VOLUMI URBANI-appuntamento uno, Prospettive. (23 Gennaio 2015)

La mia fotografia “La mongolfiera di Borgo Dora” sarà presente in questo evento che si terrà a Torino il 23 Gennaio 2015!

La mongolfiera di Borgo Dora-Indiesigh1

VOLUMI URBANI appuntamento zero-1

Prospettive | Volumi Urbani Appuntamento ZERO.1
23 gennaio 2015

Torino, la scala del tempo!
Venerdì 23 Gennaio, alle 22, presso Spazio Azimut di Piazza Emanuele Filiberto 11 e il Pastis di Piazza Ema- nuele Filiberto 9b, avrà inizio la rassegna 2015 di musica e architettura Volumi Urbani | Prospettive

Il progetto con cabina di regia di IoEspongo si inserisce nella programmazione dell’Associazione Culturale Azimut.

Che rumore fa un muro? Che melodie può comporre un viale alberato? Che ritmo hanno le finestre di un palazzo? Questi alcuni degli interrogativi attraverso i quali la rassegna, curata dagli Architetti Federica Barletta e Alessio Primavera, cercherà di mostrare la relazione tra musica e architettura: un viaggio fatto di diversi appuntamenti che esplorano città, quartieri e periferie sonorizzandone le identità, attraverso allesti- menti dedicati alla valorizzazione del connubio tra musica e architettura.

La serata vedrà protagonista una selezione dei migliori scatti del concorso fotografico Prospettive, in collabo- razione con IO Espongo degli anni 2013 e 2014.

Il quadrato è la matrice base dalla quale nasce la città di Torino. E’ il perimetro di una comunità mutevole e dinamica.Il quadrato è un noto formato fotografico. Molteplici punti di vista per un’architettura eclettica e stratificata nel corso della storia, radicata nella stessa quadrata maglia urbana.

A Torino convivono le grandi architetture del passato e del presente, stratificate e leggibili in un unico volto. Strutture talvolta abbandonate, ma che hanno comun- que lasciato un segno nella città che noi tutti oggi vivia- mo.

L’attenta selezione delle fotografie ha fatto emergere un quadro storico della città di alta qualità artistica e tecnica, mostrando punti di vista inediti e naive.

La mostra esporrà quindi dal segno più antico della città ai nuovi e controversi gesti contemporanei, passando per il recupero (o l’abbandono) di un ingom- brante passato industriale fino ad arrivare al futuro che già vive pulsante intorno a noi.

Se lo spazio ha lo stesso valore della musica, ossia amplifica le relazioni tra i volumi ed enfatizza le forme, il connubio tra questi due avrà una valenza visiva e una valenza sonora: ad arricchire gli allestimenti fotografi- ci saranno le suggestioni musicali della dj Beatrice Tarantino, che prenderà per mano lo spettatore e lo accompagnera in un percorso multisensoriale di beat elettronici, cadenze swing, contemporaneità e richia- mi dal passato, per permettergli di danzare nello spazio e liberare l’immaginazione. Il dialogo che andrà creandosi tra queste due forme sarà una libera improv- visazione, all’interno del quale le forme della musica assumeranno architetture di volta in volta diverse grazie alla partecipazione di musicisti ospiti speciali della performance.

Programma e informazioni:

Gli eventi sono ad accesso libero.

Organizzazione e ufficio stampa:

Associazione Culturale Azimut, IoEspongo Alessandra Morra: 0115692009 ioespongo@associazioneazimut.net

Curatori:

Federica Barletta: 347 00 16 755 Alessio Primavera: 338 18 11 327

Musiciste:

Beatrice Tarantino | Elisa Aragno *l’evento è in collaborazione con Pastis

Advertisements